I prestiti per i pensionati

Categorie Senza categoria

Sono molte le tipologie di prestito offerte dal mercato economico. Possono essere contratte con istituti finanziari privati o pubblici. La varietà di offerte per ottenere un finanziamento serve per poter rispondere alla diversità di clienti, che dal punto di vista economico hanno le caratteristiche più varie. Un lavoratore autonomo o libero professionista ha infatti caratteristiche molto diverse da quelle che può invece avere, per esempio, un lavoratore dipendente. Chi ha aperto una partita IVA, ha esigenze e necessità spesso diametralmente diverse da altre tipologie di lavoratori. Per questo motivo l’offerta economica è variegata e tenta di soddisfare il maggior numero possibile di parti in causa. c’è infatti una categoria che da qualche anno, grazie alla tendenza progressista del sistema economico, può godere di finanziamento ad hoc che gli permettono dunque di essere tutelata e di avere la totale possibilità di richiedere un finanziamento per poter disporre di maggiore liquidità nel momento del bisogno. Stiamo parlando di chi percepisce una pensione.

I pensionati infatti possono poter richiedere un finanziamento esattamente come i liberi professionisti, i lavoratori autonomi o i lavoratori dipendenti. La pensione può essere accomunata ad uno stipendio perchè ne conserva le caratteristiche di longevità e sicurezza economica. Grazie a queste somiglianze può dunque essere mostrata come garanzia in sede di consultazione con un istituto bancario, e a questo punto per chi percepisce una pensione, per richiedere un prestito non dovrà fare altro che seguire il normale iter.

Bisognerà infatti essere muniti di documenti di riconoscimento che possano aiutare nell’identificazione: la carta d’identità o la patente di guida e la tessera sanitaria ed il codice fiscale. Dopodichè, la banca si accerterà che il nostro e i dati non facciano capo a soggetti iscritti alla lista dei cattivi pagatori.

Arrivati in questa fase le trattative possono continuare. Bisognerà avanzare la propria richiesta ovvero la cifra che si vuole ottenere. La banca valuterà quindi l’opzione di finanziamento valutando la relazione tra i soldi richiesti ed l’importo mensile che si incassa grazie alla propria pensione.

Se l’esito delle consulatazioni sarà positivo si potrà ottenere l’accredito sul proprio conto corrente nel giro di pochi giorni. Per maggiori informazioni visitate  guidaprestitipensionati.it