Non accenna a diminuire la disoccupazione giovanile in Italia

Categorie Senza categoria

Gli ultimi dati resi noti da Istat, hanno confermato il momento complicato del nostro Paese per quanto riguarda il lavoro. Se infatti i disoccupati sono rimasti su livelli stabili rispetto allo stesso periodo del 2018, c’è appunto da registrare il fatto che il loro numero rimanga su percentuali a doppia cifra, lasciando fuori dal mercato del lavoro milioni di persone che quindi possono sperare solo nel Reddito di Cittadinanza, per cercare di non vedere azzerata la loro propensione al consumo.

Altro dato negativo messo in mostra dalle statistiche è poi quello relativo al livello della disoccupazione giovanile, che si attesta al 31,4%, con un aumento di quasi un punto percentuale. Solo Spagna e Grecia vantano indici di disoccupazione così elevati nell’area euro.

 

I prestiti per giovani

 

In considerazione dei dati Istat, assume sempre maggiore importanza la presenza di finanziamenti rivolti alla parte più giovane della popolazione, da utilizzare anche come una forma di investimento sul futuro. Proprio per cercare di stabilire un ponte tra mondo del lavoro e coloro che si trovano nella fascia di età tra i 18 e i 35 anni, le istituzioni nazionali e transnazionali sono da tempo impegnate nell’erogazione di prestiti per i giovani. In particolare per quelli che abbiano voglia di misurarsi con l’imprenditoria e di varare imprese ad alto potenziale tecnologico, le cosiddette start up innovative.

In genere si tratta di prestiti che vengono erogati a condizioni estremamente vantaggiose, prevedendo una parte a fondo perduto e un’altra che può essere rimborsata con tassi di interesse molto limitati. Si tratta con tutta evidenza di un modus operandi teso a permettere alla fascia più giovane della popolazione di poter contare su risorse in grado di sostenere la voglia di misurarsi con il mercato senza dover andare ad intaccare i bilanci familiari, con il rischio di trascinare in un eventuale fallimento l’intero nucleo parentale. Le iniziative di questo genere si sono incrementate in misura notevole in questi anni, proprio in considerazione del fatto che il mercato del lavoro risente ancora in maniera evidente della crisi economica in atto dal 2008. Per saperne di più sul tema, invitiamo comunque a consultare iprestitipergiovani.it, uno dei siti di riferimento del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *